Al Bambu

La Rugiada di San Giovanni

rugiada_san_giovanni_news

Come spesso accade nelle festività il confine tra leggende e realtà è molto sottile. L’intreccio tra rituali pagani e ricorrenze cristiane è molto comune.

La festività di San Giovanni Battista è proprio una di queste. Festeggiato in tutto il mondo il 24 di giugno, a Parma lo ricordiamo in particolare la sera prima, la vigilia, il giorno 23.

Nel nostro territorio i ricordi sono legati perlopiù ai tortelli d’erbetta, preparati il giorno stesso, e alle cosiddette “tortellate”.

Tavole imbandite all’aperto nei ristoranti, nelle trattorie e nelle feste di paese dal Po all’Appennino. Lo scopo è “prendere la rugiada”: un “liquido miracoloso” che ricorda proprio il battesimo, pratica di cui si occupava il santo.

L’origine di questa abitudine è nelle tradizioni contadine pagane. Infatti alla metà di giugno avvengono due particolari momenti: la mietitura del grano e il solstizio d’estate. La notte più corta dell’anno.

Il festeggiamento del solstizio d’estate è sicuramente di origine nordica. Tutt’ora in alcune parti del mondo (Veneto, Spagna e Nord Europa in particolare) vengono accesi falò per scacciare gli spiriti maligni e ringraziare il sole. 

Il rituale della raccolta della rugiada è probabilmente una sovrapposizione cristiana.

Veniva infatti assorbita mediante stracci lasciati sui prati durante la notte e conservata. Gli utilizzi erano svariati: utilizzata per “benedire” oggetti, i campi per propiziarsi il raccolto. Persino come filtro d’amore per conquistare la persona amata!

Anche le erbe comuni raccolte durante la notte diventano importanti. Gli erboristi di un tempo consideravano prodigiosi l’artemisia, la salvia, la menta, l’iperico (o “erba di San Giovanni”), il rosmarino e l’aglio raccolti dopo essere stati bagnati dalla rugiada.

A noi è rimasta l’abitudine di raccogliere le noci verdi, utilizzate per produrre il nocino. Il migliore di tutti è proprio quello prodotto questa notte, anche se bisogna aspettare un anno intero prima di poterlo assaggiare!

Le nostre news

Arriva l’autunno!

Autunno. È questo il periodo in cui, alimentata dal caldo dell’estate, arriva la cosiddetta “voglia di freddo”…O perlomeno è così

Il Cocktail e le sue origini

Con l’apertura del nuovissimo cocktail bar siamo entrati in un mondo ampio quanto la cucina e la gastronomia: la miscelazione.Infiniti

La Zucca

La zucca è il simbolo dell’alimentazione contadina di una volta. Pianta dai mille usi e benefici: se ne mangiano i

Galleria

X